notizie

“10 Monologhi per clarinetto solo”, nuovo album di Giovanni Pecchioli

Dalla prefazione di Caterina Trombetti, poetessa:
“Ecco l’atteso nuovo album di Giovanni Pecchioli “10 Monologhi per clarinetto solo”.
Superfluo dire del suo background musicale; basta ascoltarlo e si capisce che in lui si fondono jazz, musica classica e musica contemporanea.
Profondo conoscitore della musica, sa piegare al suo estro i vari modi espressivi.
Giovanni gioca con il suo clarinetto, quasi lo accarezza mentre suona, diventa un tutt’uno con lui, immerge se stesso nelle note che fuoriescono e in questi suoni avvolge anche noi che lo ascoltiamo.”

giovanni pecchioli 1 ok

Track list

  • 1 Il buio
  • 2 Novilunio
  • 3 Luna crescente
  • 4 Primo quarto
  • 5 Gibbosa crescente
  • 6 Plenilunio
  • 7 Gibbosa calante
  • 8 Ultimo quarto
  • 9 Luna calante
  • 10 Il sole
10 monologhi per clarinetto solo nuovo album di giovanni pecchioli copertina cd ok

Disponibile su:
Spotify
iTunes
YouTube

cinzia donati chi sono giornalista e blogger con calma

Chi è Giovanni Pecchioli
clarinettista, saxofonista, compositore

Diplomato in Clarinetto al Conservatorio di Musica L. Cherubini di Firenze, si muove a proprio agio in mezzo a ogni genere musicale, con sonorità classiche, nonché della musica colta del Novecento, del jazz, ma anche molto altro. Spesso i suoi progetti attraversano più stili musicali e si possono definire crossover.
Ha composto, oltre che per i propri lavori, musiche originali per cortometraggi, documentari, opere musicali e teatrali, depositando in SIAE circa 200 brani.
È esperto in arrangiamento, direzione artistica di eventi e nuove tecnologie musicali, curando spesso anche la registrazione e la produzione dei master audio.
Ha suonato in importanti rassegne con progetti di musica originale, jazz e pop.
È stato primo sax e responsabile dell’Orchestra nel programma di Rai 2 “Buon Compleanno Estate”, con più di 4 milioni di spettatori.
Ha partecipato alla registrazione dei dvd “La grande storia del jazz”, con vendita abbinata su La Repubblica.
La colonna sonora de “Il ritorno del Paradiso”, documentario sul restauro della Porta del Paradiso del Battistero del Duomo di Firenze.
Il docu-film “Kia Ora” sul battaglione maori neozelandese che liberò le terre toscane nel 1944. Con questo progetto nel 2013 è stato in Nuova Zelanda e ha avuto il piacere di presentare i propri lavori e brani in un concerto presso l’Ambasciata Italiana a Wellington e in un’intervista radiofonica sulla Radio Nazionale neozelandese.
Nel 2017 ha suonato nell’orchestra che, live e in sincrono, ha eseguito l’intera colonna sonora del film premio oscar “La La Land” presso il Gran Teatro Geox di Padova e Teatro degli Arcimboldi di Milano, davanti a 3500 spettatori.
Ha ideato e realizzato il concerto “Dentro la Musica”, dove, in una sorta di viaggio musicale, esplora molti generi musicali eseguendo sia suoi brani originali che non, accompagnato sul palco da orchestra, coro e corpo di ballo e curando tutti gli arrangiamenti. Fra le varie date si segnala quella al teatro Tuscany Hall di Firenze davanti a circa 1000 spettatori.
Nel 2020 compone e registra la colonna sonora del cortometraggio “Through our Soul” del regista Rossano B. Maniscalchi, in concorso al “La Jolla International Fashion Film Festival” di San Diego, California. Per questo lavoro ha ottenuto la Nomination nella categoria Best Music.
Nel 2022 ha musicato le poesie della poetessa Caterina Trombetti realizzando il libro “Incontro, Poesia e Musica”. Il libro ha vinto il primo premio al Premio Internazionale Letterario Cortona Città del Mondo e il prestigioso primo premio Fiorino d’Oro del XXXIX Premio Letterario Firenze, con premiazione avvenuta nel Salone dei 500 in Palazzo Vecchio a Firenze.
È presidente e fondatore dell’Associazione Culturale 11Multimedia.

giovanni pecchioli 2 ok

“10 Monologhi per clarinetto solo”
di Giovanni Pecchioli
Edizioni GBMUSIC 2023

call to action no fake usare i social

*La mia priorità è scrivere la Verità*
Per farlo ho bisogno anche del tuo aiuto!

Come puoi vedere, qui non ci sono box pubblicitari e non ti compaiono finestre indesiderate all’improvviso che ti vogliono vendere robe.
Per stare lontana da questa autentica spazzatura, adotto altre tecniche più moderne e soprattutto molto meno invasive.
*Cosa puoi fare per me?*
• condividere questo articolo sui tuoi canali social
• inoltrare il link ai tuoi contatti whatsapp
• lasciare un commento in fondo all’articolo stesso.
Grazie per quello che farai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi