notizieversilia

“Difendiamoci”: mostra fotografica di Michela Santucci e Laura Guidi

Si inaugura sabato 18 novembre a Massarosa la mostra fotografica “Difendiamoci”, con gli scatti di Michela Santucci e di Laura Guidi per sensibilizzare sul tema della violenza sulle donne dai tempi passati a oggi, violenza declinata nei suoi molteplici aspetti, da quella domestica a quella che riguarda le donne iraniane, solo per citarne due.

difendiamoci mostra fotografica di michela santucci e laura guidi
cinzia donati chi sono giornalista e blogger con calma

Una delle autrici, Michela Santucci, a cui chiediamo come nasce questa mostra, spiega così: “Ho come hobby la fotografia a livello amatoriale. Faccio parte da diversi anni di alcuni gruppi fotografici e in uno di questi ho conosciuto l’amica Laura Guidi a cui ho chiesto una mano perché il comitato di rappresentanza del Comune di Massarosa, nella persona di Elisabetta Puccinelli, mi ha chiesto di fare una mostra contro la violenza sulle donne”.

“Non è stato facile – prosegue Michela Santucci – e ci siamo dovute documentare per poter ottenere foto che ricreassero tali orrori. Fortuna che amiche, amici e parenti si sono prestati a farsi fotografare! Speriamo con questo nostro lavoro di sensibilizzare sull’argomento, che spazia dalla violenza sulle donne in casa, per strada e nel mondo e di poter aiutare qualcuna di loro a denunciare se subisce abusi”.

difendiamoci mostra fotografica michela santucci
Michela Santucci
difendiamoci mostra fotografica laura guidi
Laura Guidi

“Difendiamoci”
mostra fotografica
di Michela Santucci e Laura Guidi
Dove: Massarosa, Centro Civico, piazza Cav. Pietro Lunardini
Quando: da domenica 19 a sabato 25 novembre
Orario: dalle ore 15 alle 18
Ingresso libero
Inaugurazione: sabato 18 novembre dalle ore 15:30 alle 18

call to action no fake usare i social

*La mia priorità è scrivere la Verità*
Per farlo ho bisogno anche del tuo aiuto!

Come puoi vedere, qui non ci sono box pubblicitari e non ti compaiono finestre indesiderate all’improvviso che ti vogliono vendere robe.
Per stare lontana da questa autentica spazzatura, adotto altre tecniche più moderne e soprattutto molto meno invasive.
*Cosa puoi fare per me?*
• condividere questo articolo sui tuoi canali social
• inoltrare il link ai tuoi contatti whatsapp
• lasciare un commento in fondo all’articolo stesso.
Grazie per quello che farai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *