notizieversilia

Festività e turismo: idee e spunti di riflessione

Articolo di Giulio Arnolieri

Una zona come la Versilia, legata soprattutto al turismo balneare e a poco altro, deve cercare di attrarre persone anche in periodi di bassa stagione.
Di destagionalizzazione, legata a eventi sportivi, congressuali e altro si parla da decenni, ma i numeri non sono esaltanti e forse il maggior numero di presenza fuori stagione è ormai, a parte il Carnevale, legato indirettamente a Lucca Comics.
Ecco quindi che anche il periodo delle festività di fine anno potrebbe essere una buona occasione per attirare turisti, specialmente adesso che la neve in montagna non è garantita neanche a dicembre o gennaio e il mare d’inverno ha comunque un suo fascino.
Quest’anno qualcosa sembra muoversi, ma sarebbe necessario un calendario regolare e coordinato.

Qualche idea e spunto di riflessione

Mercatini di Natale e cultura

Quest’anno Viareggio propone da fine novembre all’Epifania un’iniziativa che sembra molto accattivante.
La strada è quella giusta visto che i mercatini di Natale, già proposti in modo episodico in passato, sarebbero un modo per attirare turisti.
Quello che secondo me è il miglior esempio di quanto un simile evento possa essere attrattivo, si svolge a Monaco-Montecarlo: una zona fronte porto recintata e controllata (addirittura ci sono i metal detector agli ingressi) con gastronomia e vendita di oggetti da regalo di ogni genere.
Magari in scala ridotta qualcosa del genere potrebbe essere fatto anche qui.
Inutile ricordare che dai mercatini arrivano anche introiti ai Comuni per il pagamento del suolo pubblico.
Poi non sarebbe male accompagnare le festività con qualche mostra, visto che fortunatamente l’offerta di musei si è molto arricchita negli ultimi anni.
A Viareggio potrebbe esserci un passaggio del testimone fra una mostra a carattere natalizio e una legata al Carnevale.

La tradizione nell’entroterra

Ci sono antiche tradizioni popolari nei paesi della Versilia storica e collinare, inclusi i presepi viventi.
Un calendario di eventi legati alle tradizioni e ai mestieri del passato nel periodo delle feste potrebbe attirare turisti.
Qualunque iniziativa legata alle tradizioni, basti pensare alla rassegna dei Presepi a Camaiore, sarebbe interessante e abbinabile alle eccellenze gastronomiche locali.

cinzia donati chi sono giornalista e blogger con calma

Fine anno in piazza

Ogni anno in autunno comincia il toto festa in piazza: quali città lo faranno, quali no?
Dimenticando che simili eventi, per uscire dalla dimensione locale, dovrebbero essere programmati in anticipo.
Ricordo ancora gli ultimi dell’anno in piazza Mazzini a Viareggio con rievocazioni e speaker di Radio Babilonia.
Potrebbero essere praticamente autofinanziati grazie agli sponsor e i costi per le amministrazioni sarebbero ridotti e assimilabili a una serata rionale di carnevale (polizia e pulizia soprattutto).

Versilia in ordine sparso

Il punto dolente, indipendentemente dalle stagioni, è la cronica mancanza di un coordinamento unico.
Chi scrive pensa che si dovrebbe lavorare su due piani: uno più strettamente locale, con feste di minore impatto ma comunque coinvolgenti per i locali, e un evento unico di grande richiamo (ad esempio il San Silvestro con diretta tv dalla Bussola di Focette degli anni ’60) per reclamizzare tutto il comprensorio.
Per evitare i campanilismi esasperati questo evento unico potrebbe essere organizzato ogni anno in un comune diverso.
L’esempio della Prima Estate di Lido di Camaiore (ma, anni prima, già il Summer Festival era nato in Versilia e poi costretto a emigrare) potrebbe essere coniugato anche d’inverno: un 31 dicembre con un concerto in piazza di un artista di primo piano accompagnato da dj e gruppi locali richiamerebbe sicuramente pubblico non solo dalla Toscana.
Anche per l’impatto economico, sarebbe indispensabile che i 7 comuni trovassero il modo di creare una cabina di regia per gestire gli eventi estivi e invernali.
E una visione ampia e non cittadina farebbe bene al turismo di tutta la zona.

Chi è Giulio Arnolieri

giulio arnolieri

Giulio Arnolieri, nato a Viareggio nel 1958, ha conseguito la maturità classica presso il Liceo Ginnasio Giosuè Carducci di Viareggio e la laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli studi di Pisa.
È docente di inglese presso il Liceo Galileo Chini di Lido di Camaiore.
Collaboratore del quotidiano La Nazione dal 1983, è giornalista-pubblicista dal 1986.
È stato direttore responsabile di Radio Babilonia dal 1987 al 2000 e ha collaborato con quotidiani e periodici anche a diffusione nazionale, con siti internet e con varie emittenti radiofoniche e televisive locali, ultima in ordine di tempo 50 News Versilia.
Ha pubblicato, prevalentemente con le Edizoni Il Molo, 15 libri su tematiche che spaziano dalla storia dell’hockey al giornalismo, dalle radio locali alla città di Viareggio, fino alle sue esperienze d’insegnante. Gli ultimi sono ‘Da Land’s End a John o’Groats. Viaggi, emozioni ed esperienze britanniche’ (2019), ‘Rileggere un romanzo non letto’ (2020), An Unconventional Literature: breve viaggio nelle letterature in inglese accompagnati da dischi, film e altro (2023).
Per la sua attività giornalistica ha ricevuto il Premio Sport del Comune di Viareggio 2005 e quello della Lega Nazionale Hockey 2011.

call to action no fake usare i social

*La mia priorità è scrivere la Verità*
Per farlo ho bisogno anche del tuo aiuto!

Come puoi vedere, qui non ci sono box pubblicitari e non ti compaiono finestre indesiderate all’improvviso che ti vogliono vendere robe.
Per stare lontana da questa autentica spazzatura, adotto altre tecniche più moderne e soprattutto molto meno invasive.
*Cosa puoi fare per me?*
• condividere questo articolo sui tuoi canali social
• inoltrare il link ai tuoi contatti whatsapp
• lasciare un commento in fondo all’articolo stesso.
Grazie per quello che farai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi