notizieversilia

Violentor in concerto a Viareggio il 21 giugno

Non ci sono soste per Alessio Medici e i suoi Violentor

Continua il  tour mondiale, dopo il successo in America Latina

Mercoledì 21 giugno a Viareggio al Vegas

Non si ferma il metal estremo dei Violentor, gruppo il cui leader è il cantante e chitarrista lucchese Alessio Medici, che sta infuocando i palchi di mezzo mondo, ottenendo grande successo e accumulando sempre più date in molte nazioni.

I Violentor sono partiti in una tournée infinita, per presentare e proporre il nuovo disco “Manifesto di Odio”, il quinto della loro carriera, che ha preso l’avvio nella scorsa estate con l’Europa, dalla Scandinavia alla Danimarca, Svezia e Finlandia fino ad arrivare in Romania al Rockstadt Extreme Metal Fest, per toccare la Gran Bretagna e concludere, in questo inizio del 2023, con l’America Latina: Cile, Perù, Ecuador, Colombia e Messico. In queste ore Medici e la sua band sono a Riga, in Estonia, dove sono in calendario alcune date.

A breve partirà la nuova serie di concerti “Chtonic Odio Tour” che vede i Violentor insieme a Nervo Chaos, band brasiliana molto conosciuta nel circuito underground del metal estremo, per serate che si preannunciano di grande richiamo per i molti appassionati di questa branca del metal che non conosce crisi o flessioni, perché seguita da un numero costante e rilevante di sostenitori.

cinzia donati chi sono giornalista e blogger con calma

Il tour toccherà anche la Toscana per due date imperdibili: a Viareggio al Vegas mercoledì 21 giugno e il giorno successivo al rinnovato Circus di Scandicci (Firenze).
La partenza è prevista per il 16 giugno a Montpellier, poi, attraverso Serbia, Romania, Bulgaria, Turchia, Slovenia, Repubblica Ceca, Austria, Polonia, Belgio e Inghilterra dove, dopo diverse date inglesi, il 30 luglio si chiuderà.

violentor tour 2023

Musicista, autore e promoter di grandi artisti internazionali e nazionali come Claudio Simonetti e i Goblin, per Alessio Medici, di Ghivizzano (Lucca), è arrivato il momento della ripartenza dopo gli anni travagliati per il Covid.

Da poco pubblicato il nuovo disco “Manifesto di Odio”, che sta avendo grande successo nel circuito internazionale del metal estremo.

L’album, il 5° della discografia della band, è cantato in italiano, per la prima volta nell’ambito della sua produzione artistica.
Un lavoro molto duro e aggressivo che esprime tutta la frustrazione che ha accompagnato il lockdown e le restrizioni sanitarie, ma che denuncia il sistema e gli sbagli della politica.

Argomenti sempre trattati anche nei precedenti dischi.

“Siamo a un punto di non ritornocommenta Alessio Medicinoi artisti abbiamo il dovere di sensibilizzare le persone alla resistenza, contro i soprusi del sistema e contro i detrattori di libertà”.

alessio medici violentor
Alessio Medici

Un manifesto antisistema e anticonformista, un lavoro coraggioso e fuori dagli schemi.

Con i Violentor di Alessio Medici, la provincia di Lucca si conferma terra di artisti non convenzionali, di personaggi sensibili all’evoluzione del mondo e di persone coraggiose che credono nei propri ideali.
Il tempo sta dando ad Alessio il giusto riconoscimento per tanto lavoro e tanta passione per la musica.

call to action no fake intervista
call to action no fake usare i social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi